Cucina giocattolo fai da te 2.0 (con lavandino funzionante)

Procuratevi qualche scatola di cartone, e per costruire i mobili della cucina giocattolo non avrete certo bisogno delle mie istruzioni, tanto più che di cucine abbiam già parlato.

L’innovazione che propongo consiste nella costruzione di un lavandino funzionante, con tanto di riciclo dell’acqua. Wow. Un miracolo di ingegneria idraulica? Niente affatto: è tutto molto semplice.

Giocattolo fai da te: cucina giocattolo, lavandino

Lavandino giocattolo: it really works!

Quel che vi serve è:

  • La pompa e relativo tubo di un dispenser tipo da sapone liquido (cioé: il beccuccio che si preme e il relativo tubicino).
  • Una vaschetta grande quanto pensate debba esser grande la vasca del lavandino.
  • Una bottiglia di plastica, oppure una vaschetta più piccola della prima, che serve come serbatoio.
  • Eventualmente una cannuccia o qualcosa per allungare il tubo collegato al beccuccio
  • Colla, forbici, magari fil di ferro.

Il concetto è questo: dalla vasca l’acqua cola nel serbatoio (una bottiglietta, nel caso illustrato), da qui la pompa del dispenser la preleva e la spara nella vasca del lavandino. E così via.

Quindi quel che dovete fare è:

  1. fissare il “rubinetto” (cioè la pompa del dispenser e relativo tubo) alla vasca. Deve essere fissato bene, da far corpo unico con la vasca.
    Nel prototipo che vedete in foto io ho usato della colla a caldo e anche del filo di ferro plastificato, di quello che chiude le confezioni di pane in cassetta. (Potete anche costruire una struttura usando uno di quei tubi di cartone belli solidi che vi restano in mano quando finite l’alluminio da cucina).
  2. Forare il fondo della vaschetta sotto il rubinetto: fate un foro bello rotondo, deve ricordare il foro di scolo dei lavandini veri.
  3. Fissare il serbatoio sotto il foro: l’acqua deve passare dalla vasca del lavandino al serbatoio attraverso il foro; tenete presente che nel serbatoio deve essere inserito il tubo del lavandino, il quale deve pescare dal fondo i questo.
    Io ho usato una bottiglietta: mi era utile anche per tenere in piedi la struttura.
    Ho forato il tappo della bottiglietta e l’ho fissato alla vaschetta in corrispondenza del buco di scolo. Ho usato colla a caldo e una piccola vite. Ho poi praticato un foro bello ampio nella bottiglietta per inserire il tubicino, che ho allungato al bisogno usando una cannuccia. Ho avvitato la bottiglia al tappo. Fine.

Riempite il serbatoio con pochissima acqua, e provate.

Quando siete soddisfatti, costruite la cucina intorno al lavandino.
La struttura (almeno quella che regge il lavandino) deve essere solida, altrimenti non riuscirete a premere la pompa. Io ho usato come top della cucina un avanzo di pavimento in laminato, segando l’invito per inserire la vaschetta. Ho rinforzato tutto con due pezzi di legno a far da “gambe” alla struttura intorno al lavandino. Per il resto ho usato scatole, pezzi di cartone, di polistirolo, tappi e bottoni.

Una scatola da scarpe fa presto a diventare un frigorifero, in cui potete – no dovete – inserire dei ripiani e (potendo) anche una lucina.

giocattolo fai da te: cucina giocattolo, frigo

Frigo-scatola da scarpe. Il tappo serve per tenere chiuso. La luce si spegne quando si chiude la porta (per mezzo di un magnete: la trovate dai cinesi). I ripiani sono di polistirolo (vaschetta del gelato).

Una scatola un po’ più grande, dalla forma adatta, sarà il forno, su cui piazzerete i fuochi

Tra la scatola e il top ho inserito una fascia di legno su cui ho fissato manopole realizzate con tappi di plastica e bottoni. Le manopole ruotano, ovviamente. Come? Non è difficile, arrivateci da soli: come indizio vi suggerisco di piccoli fori, puntine da disegno  (o chiodini, o clips), pezzi di tappo di sughero.

I fuochi sono fatti con grandi tappi di barattolo, “gabbie” da tappo di spumante aperte e schiacciate, tappi di alluminio (di bottiglie di birra) schiacciati, puntine da disegno. Il tutto incollato su un cartoncino bianco e fissato sul top.

Altre scatole da scarpe e cartoncini han fornito ripiani e scaffali. Gli elementi sono uniti fra loro con colla ma anche con viti da legno e fermacampioni a fissare le diverse parti in cartone.

Buon divertimento.

(Ah, io ho costruito una cucina perché ho due bimbe. Ma un lavandino serve anche in posti come basi segrete o laboratori di scienziati).

One thought on “Cucina giocattolo fai da te 2.0 (con lavandino funzionante)

  1. Pingback: Cucina giocattolo fai da te 2.0 (con lavandino funzionante) | Il futuro non è scritto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...