Presepe con la tecnica TAPPI & RUMENTA: senza, che Natale è?

Tappi & Rumenta™©® è il metodo con cui potete ottenere tutto, a partire dal nulla.
Sì, è la stessa minestra dei giocattoli, ma il brand è tutto nuovo: e non è questo che conta nel Marketing?

Tutti avete tappi e rumenta in casa, sono le idee su che farne a latitare – a parte sbarazzarvene, intendo. Grazie al cielo ci sono io. E come se non bastasse è Natale: la festa dei negozi di giocattoli, ma anche, non dimentichiamolo, la festa della prima Famiglia Allargata della storia: Gesù e lo strambo triangolo formato da Maria, Giuseppe e il Padreterno.

Con la tecnica Tappi & Rumenta™©® vi basta una manciata di tappi di sughero e pure di latta, qualche ritaglio di stoffa e nastro da regalo, unitamente a pezzi di cose™ di vario genere (pezzi di legno, pietre, cocci), per ottenere un meraviglioso presepe fai da te con materiale riciclato (frase costruita ad uso SEO). A costo zero e impatto mille, su donne e bambini in particolare. Ora vi faccio vedere che ho fatto io. Sotto, se interessa, do due dritte.

Questo slideshow richiede JavaScript.

personaggi sono tappi di sughero avvolti in stoffe e nastri, principalmente di pacchi da regalo; per fissarli ho usato colla e puntine da disegno. In testa al pastore ho messo un tappo di latta schiacciato (in effetti sembra più una specie di samurai); lo accompagnano tre pecorelle, che a onor del vero paiono più dei barboncini: farò meglio l’anno prossimo. Comunque si tratta di cotone incollato su pezzi di tappo di sughero. Il muso è fatto da puntine da disegno con la capocchia rotonda.
Per le corone dei tre Re Magi ho usato altrettanti tappi di latta, incollati capovolti sulle teste. A loro ho fatto indossare i nastri più lussuosi.

Lady Madonna ha i capelli biondi, ricavati da una specie di retina dorata che decorava la confezione di un panettone. In testa ha una sorta di corona che faceva parte di qualche strampalata decorazione natalizia. Il suo abito non è che un vecchio nastro da regalo, tenuto fermo da una puntina da disegno (sotto la corona) e un po’ di colla.
Giuseppe ha un bastone ottenuto con una clip (e nel farlo mi son chiesto come mai lui, che è falegname, è sempre rappresentato con un bastone da pastore; quando l’ho finito ho pensato che passato il Natale lo trasformerò in un Cavaliere Jedi, Jedi Giuseppe)

La capanna è di cocci di vaso da giardino e legnetti di cassetta della frutta, con l’aggiunta di particolari raccolti nelle lande del canaveseshire (pigne, pietruzze, erba secca, e persino una specie di pianta grassa che cresce sul bellissimo sentiero della Paraj Auta, oltre che in Etiopia): la mangiatoia è una grossa noce. I pezzi di cose™ sono elementi fondamentali per fornire l’atmosfera al vostro presepe (o a qualunque scenario stiate progettando): se non potete andarli a cercare i giro per la Natura, setacciate per bene casa vostra: quello che state buttando via in quanto palla di polvere potrebbe essere la svolta per il secco deserto che state allestendo. E pezzi di cose™ luccicanti possono diventare meravigliose decorazioni. Due framment spaccati di battiscopa non possono far da perfetta tettoia?

Già: vi serve anche un pennarello per disegnare un bel sorriso sulle statuine.  Anche degli stuzzicadenti potrebbero esservi utili (ad esempio per le orecchie dell’asino).

Per il resto, sbizzarritevi. Spero facciate un lavoro meno tradizionaliste del mio.

Do it yourself, and do it together!

PS: Ecco qui una foto della Paraj Auta, scattata da me.

Paraj Auta 1

One thought on “Presepe con la tecnica TAPPI & RUMENTA: senza, che Natale è?

  1. Pingback: Presepe con la tecnica TAPPI & RUMENTA: senza, che Natale è? | Il futuro non è scritto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...