[GIOCATTOLO]Macchinine turbomagnetiche a palloncino al fab lab for kids di Torino

Il 31 novembre, mentre tutti pensavano ad Halloween, noi al Fab Lab For Kids di Torino abbiamo costruito degli splendidi veicoli giocattolo, con tanto di sistema propulsivo: magnetico, a getto d’aria e  persino ibrido.

Ecco il progetto da cui siamo partiti: è una macchina da corsa, ma serviva solo a illustrare uno degli infiniti modi per costruire un’automobilina usando solo quello che si può trovare in casa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Serve: Una bottiglia di Plastica (in questo caso divisa in due, ma non è obbligatorio), tappi di sughero (da cui si ricavano i dischetti per fare le ruote), tappi di bottiglietta (che si incollano sui dischetti per avere ruote un po’ più belle), stecchini da spiedino (da cui ricavare l’asse delle ruote su cui attaccare le ruote), cannucce (l’asse ci ruota dentro, e le cannucce si fissano alla carrozzeria), cartoncino per le decorazioni, colori e così via.

Per la propulsione, dovete procurarvi un paio di piccoli magneti.

Lo ammetto: non si trovano facilmente in casa, a meno di non smontare le casse dello stereo. Siamo di fronte a una clamorosa eccezione alla filosofia di cui vado blaterando, ma chi se ne frega.
Dove trovare dei magneti?
Nei bazar orientali. Non scherzo. Ferramenta piccoli, medi o megagslattici non ne hanno; almeno non in Torino e provincia. E quelli da lavagnetta che vendono le cartolerie (molto fornite) sono troppo deboli.
Bazar orientali, cioè cinesi: andate a cercarli lì (o fatene a meno).

Se incollate una calamita in coda al vostro veicolo, e poi avvicinate l’altra rivolgendo lo stesso polo, il veicolo riceverà  una spinta (proprio come le “macchinine in 5 minuti”). Che però è deboluccia, sappiatelo.

Meglio sfruttare il potente getto d’aria di un palloncino.
Munitevi quindi di palloncino.
Infilate nella bocca del palloncino qualcosa che la tenga aperta: un tubicino di qualche tipo. Potete ricavarlo ad esempio da un vecchio pennarello, o dal suo tappo (opportunamente aperto). L’importante è che abbia un diametro sufficiente a incastrarsi nella bocca del palloncino.
Se non avete di meglio, potete arrotolare un pezzo di cartoncino a mo’ di tubo.
Lasciate che il tubicino (o il cartoncino arrotolato) sporga dalla bocca del palloncino, e – se è il caso, e se usate il cartoncino lo è – fissate tutto con qualche bel giro di nastro adesivo.
Provate a gonfiare e a far sfiatare, per accertarvi che l’aria entri ed esca solo dal tubicino .

Ora incollate (o fissate col nastro) un magnete sul tubicino.

Foto del 03-11-15 alle 18.41

Incollate l’altro sul vostro veicolo: verso la coda, ad esempio sull’alettone.
Questo magnete deve attrarret quello sul palloncino, quindi attenzione a quale faccia (polo) incollate: provate prima di fissare, se sbagliate i due magneti si respingeranno. Se avete un solo magnete, incollate sulla macchina o sul palloncino un pezzo di metallo (una rondella, ad esempio): io consiglio due magneti solo perché fanno più presa.

Foto del 03-11-15 alle 18.28

Ora basta gonfiare il palloncino, e – tenendolo chiuso con le dita – far combaciare i due magneti, fissando il palloncino alla carrozzeria.
Lasciando il palloncino, la spinta dell’aria che ne fuoriesce sparerà in avanti il vostro veicolo, tra gli applausi della folla.

Perché non fissare tubo e palloncino sul veicolo, in modo definitivo?

Direi più che altro per una questione estetica, e solo in seconda battuta pratica (è un po’ più facile maneggiare il palloncino staccato dal veicolo). È evidente che, se non avete calamite, potete serenamente costruire un veicolo ad aria incollando alla carrozzeria tubicino e palloncino.

Ma veniamo alle questioni importanti: ecco come i partecipanti al laboratorio hanno interpretato il progetto.
Qualcuno ha persino costruito un sistema a doppio palloncino!

Questo slideshow richiede JavaScript.

2 thoughts on “[GIOCATTOLO]Macchinine turbomagnetiche a palloncino al fab lab for kids di Torino

  1. Pingback: Ospedale per animali (e principesse) | Papà mi fai un castello?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...