La Guida Galattica alla Costruzione di Giocattoli è in cerca di editore

Avrete notato che non aggiorno il blog da un po’.
Ho un’ottima ragione. Si chiama Guida Galattica alla Costruzione di Giocattoli (qui un’anteprima), ed è il manuale  per bambini a cui sto lavorando.
Giunto alla forma di bozza definitiva, servirebbe proprio l‘intervento di un bravo e motivato editore di libri per ragazzi, che abbia voglia di darci un’occhiata, e – se gli piace – lavorarci assieme.

Di cosa stiamo parlando?

La Guida Galattica alla Costruzione di Giocattoli è un formidabile manuale che insegna a costruire giocattoli con quello che si ha a disposizione in casa, sul momento o quasi.

Stiamo parlando di cose con cui giocare davvero, non di “lavoretti” da dimenticare sullo scaffale, interamente fabbricati con materiali di recupero o di facilissima reperibilità.

Del resto si tratta di progetti ideati dalle menti più brillanti dell’Accademia Galattica dei Costruttori di Giocattoli, e adattati alla realtà terrestre da uno dei suoi più noti membri, Ozmo Ambaradan.
Originario di Azzurra, pianeta molto simile alla Terra (ma colpito, anni orsono, dalla temibile Nube di Tristezza Cosmica), Ozmo condurrà l’Apprendista Costruttore alla scoperta dei segreti della costruzione di giocattoli, e delle avventure vissute dai Costruttori che li hanno inventati.

Si comincerà con il veliero in miniatura ideati dal leggendario Van Bellebix del pianeta Ondalun, il giocattolo più semplice da costruire (basta un tappo di sughero, qualche stuzzicadenti e un foglio di carta); si trafficherà un po’ di più alle prese con diversi i metodi di costruzione di veicoli a ruote (dai trenini ai bolidi da corsa, passando per la carrozza delle principessegrazie agli insegnamenti di Zed Lampo del pianeta Brotom; si tenterà di spiccare il volo con aeroplani, e si imparerà a progettare un intero edificio giocattolo, con tanto di arredamento.

In appendice, infine, l’Apprendista Costruttore troverà varianti più complesse dei giocattoli e progetti appositamente ideati da Ozmo Ambaradan per i bambini terrestri.

Il progetto

L’idea della guida discende direttamente dai laboratori che conduco con bambini e genitori, e dal fatto che scrivo.

L’obbiettivo dei laboratori, e quindi della Guida, è principalmente divertire.
Divertendosi, i bambini (e gli adulti) si accorgono di tante cose: che costruire insieme è bello; che gli oggetti di ogni giorno nascondono più possibilità di quelle a cui siamo abituati, basta vederli da un altro punto di vista; che, vedendo le cose da altri punti di vista, si possono ottenere risultati formidabili anche con poche risorse; che tutto può avere nuova vita, sotto forma diversa; che l’idea migliore è quella che può essere realizzata nella realtà.
La reazione dei partecipanti ai laboratori è spesso di meraviglia: per quello che hanno realizzato e per il fatto di averlo realizzato proprio loro, usando materiali di recupero.
Le mie reazioni sono sempre di meraviglia, perché quello che hanno realizzato io non l’avevo nemmeno immaginato, e non è raro che mi vengano molte nuove idee dopo un laboratorio.

Scrivendo la Guida ho cercato di mantenere lo stesso spirito, inserendo le “istruzioni” per la costruzione di giocattoli in un contesto narrativo (fantascientifico/surreale), con l’intento di aumentare il coinvolgimento del lettore e dare un senso ulteriore, per quanto fantastico, alla pratica di costruire giocattoli.
Così ho inventato l’Accademia Galattica dei Costruttori di Giocattoli: ogni giocattolo è preceduto da un breve racconto che narra le vicende del Costruttore che l’ha ideato, ambientate in pianeti lontani e curiosi. I racconti sono autoconclusivi, ma collegati tra loro dallo stesso contesto fantastico.

I giocattoli sono presentati a partire dal più semplice (i velieri) a quelli che secondo me sono più complessi (anche se, a parte i velieri, la complessità è soggettiva); in ogni caso ogni capitolo introduce elementi nuovi e nuovi utilizzi per quelli già presentati, quindi è prevista una gradualità di apprendimento.

Le istruzioni per la costruzione dei giocattoli sono minuziose (secondo alcuni lettori fin troppo), e viene sempre esposta più di un’alternativa per ottenere il risultato voluto. Questo è importante per stimolare il lettore a cercare le soluzioni che si adattano meglio ai suoi gusti e alle sue possibilità, e per dimostrare che non c’è mai solo un modo per fare le cose.

I materiali di costruzione sono davvero i più banali: bottiglie di plastica, tappi di sughero, cartone e cartoncino, clips, puntine da disegno, colla, scatole. Gli strumenti anche: principalmente forbici, taglierino, colla.

I giocattoli presenti nella guida sono molto pochi rispetto a quelli che ho ideato e sono in grado di costruire, però sono quelli collaudati durante i laboratori.
In effetti, a questa guida “antologica” potrebbero seguire molte – moltissime – espansioni e monografie…

Le illustrazioni inserite hanno ovviamente l’unico scopo di rendere più comprensibili le istruzioni: non sono un disegnatore e non ci provo neanche, perciò ho usato forme e linee fornite dall’editor testuale. Non sono belle ma fanno il loro lavoro: una buona immagine val più di cento parole, in questo caso.

La Guida, per ora, conta un centinaio di pagine a interlinea 1,5 e carattere 12.

Bene. Non aggiungo altro. Spero di aver suscitato la curiosità di qualcuno, o – dato che siamo in Italia -, di qualcuno che conosce qualcun altro.

Potete d’are un’occhiata allanteprima, se non l’avete già fatto (introduzione e primo racconto-giocattolo).

E qui i miei contatti.

borello.luca@gmail.com

Facebook

2 thoughts on “La Guida Galattica alla Costruzione di Giocattoli è in cerca di editore

  1. Pingback: La Guida Galattica alla Costruzione di Giocattoli è in cerca di editore | Il futuro non è scritto

  2. Ciao Luca, a me il progetto piace moltissimo, ma purtroppo non sono un editore! Ma sono una grafica illustratrice con la passione per i lab per bimbi: laboratori creativi ( come sostieni tu)con l’obbiettivo di insegnare ai piccoli che con pochi materiali quotidiani si possono costruire bellissimi giochi! Hai provato a guardare altri libri simili da chi sono stati prodotti? So che gli editori amano trovarsi tra le mani albi “quasi conclusi ” con anche in impostazione grafica già definita e ( visto che si parli di libri per ragazzi) proposte d’illustrazioni. Ti auguro di trovare presto un editore!!! Se ti va passa dal mio blog a curiosare i miei lab, non si sa mai che si possa collaborare magari proprio a questa guida galattica!!! A presto Alice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...