[GIOCATTOLO] La vostra prima flotta di aeroplani da bottiglia

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come potete vedere dalla galleria (a parte i problemi di messa a fuoco del sottoscritto), per realizzare un aereo ad elica giocattolo non serve poi granché: una bottiglia di plastica, un paio di tappi di sughero, due clips grandi per la versione normale e quattro per la versione ad elastico, lo stecchino di un gelato (o qualcosa di simile) per fare l’elica, una puntina da disegno, del cartoncino il più possibile rigido (o delle assicelle di legno) per ali, coda, seggiolino; con mezzo guscio di ovetto sorpresa completate con stile la cabina (cockpit), così come con  un rettangolo di poliuretano espanso (o gommapiuma, o simili), ammorbidite il sedile del pilota. 

Sarò abbastanza dettagliato nella descrizione dei due modelli di elica, ma il consiglio è sempre lo stesso: ispiratevi pure quanto volete, ma cercate di fare con la vostra testa e le risorse che avete a disposizione sul momento. Vi manca lo stecchino da gelato perché (PAZZI!) siete soliti buttarli via? Trovate altro; siete invece pieni di stecchini di chupa chupa, o spiedini di legno? Usate quelli aal posto delle clips.

Io ho realizzato due tipi di aereo: il primo – quello blu – ha l’elica “libera”, il secondo ha invece l’elica ad elastico. Io preferisco il primo: è più semplice e funzionale; però realizzare il secondo può servirvi da ispirazione per creare in futuro giocattoli che abbiano qualche parte che funziona a “carica”. Ho volutamente inserito le immagini dei due aerei con la carlinga (cioè la bottiglia) non dipinta, in modo che si possa vedere anche l’interno. Se avete intenzione di dipingerli, fatelo ora, prima di qualunque altra cosa: se avete una bomboletta potete colorarne l’interno, ed è l’ideale; altrimenti qualche mano di acrilico sull’esterno può andare. Questa plastica comunque è pessima da dipingere, sappiatelo.

Cominciamo dall’elica.

Quella semplice si costruisce così:

Bucate il centro del tappo (con la punta di un compasso, o una di quelle puntine da disegno più grosse, con la capocchia grande: la vedete nella galleria dedicata all’elica a elastico); bucate il centro dello stecchino (questo foro deve essere un pochino più largo di quello del tappo, perché è il punto di rotazione); infilate la puntina da disegno nello stecchino e poi il tutto nel tappo, senza premere troppo: la punta deve uscire appena dal lato opposto; piazzate puntino di colla all’interno del tappo per bloccare la puntina da disegno; date una bella spinta all’elica ed ammiratela roteare.

Quella ad elastico (che funziona PEGGIO ed è meno bella da vedere, però interessante da costruire) si fa così (cliccate sulla prima immagine per far partire la galleria):
(N.B.: la clip “stesa” è la clip completamente allungata e spogliata del rivestimento di gomma in modo da avere per le mani un filo di ferro rigido: perciò se l’avete usate pure un fil di ferro)

Se avete a disposizione elastici più lunghi, potete aumentare il tempo di rotazione dell’elica (ma non di molto; in oltre è più difficile ancorarli, perché vanno fissati più vicini al fondo della bottiglia).

Comunque vogliate realizzare l’elica, il resto è poi semplice.

La prima operazione è ritagliare il cockpit: prendete come riferimento un elemento della bottiglia (difficile dire quale, dato che sono tutte diverse: un segno qualsiasi). Ad esempio uno dei “piedini” del fondo: la retta ideale che attraversa la cabina attraversa uno dei piedini oppure passa tra due piedini (se non fate attenzione a questo dettaglio, poi potrebbe essere più complicato inserire ali e coda). Disegnate un ovale (o un rettangolo) dove avete intenzione di realizzare la cabina di pilotaggio e poi, con cura, tagliate, usando un taglierino (occhio a seguire bene il disegno, andate con calma) o una forbice (andateci piano).

Una volta realizzata la cabina, potete pensare alle ali – se avete optato per l’elica semplice -, o all’ancoraggio degli elastici se avete scelto l’elica ad elastico. In questo caso: montate l’elica (con gli elastici attaccati) avvitando il tappo alla bottiglia.
Ora, tenendo la bottiglia in piedi in modo che gli elastici penzolino giù, valutate qual è l’estensione naturale degli elastici, cioè fino a dove cadono all’interno della bottiglia. Da quel punto, immaginando di tenderli appena appena (se sono troppo tirati fanno attrito e l’elica non gira bene, se non lo sono affatto l’elica casca giù come un fiore appassito), dovete inserire la clip stesa o il pezzo di fil di ferro che ancorano gli elastici, bucando lo scafo da parte a parte, cercando di restare dritti. Nel mio caso ho trapassato lo scafo in senso orizzontale, a metà circa del foro del cockpit; nessuno vi vieta di trapassarlo orizzontalmente, anche se poi dovete trovare il modo di mascherare il tutto.
Se prendete bene le misure, montando le ali queste copriranno l’ancoraggio, come nel caso mostrato sopra.

(Installare l’elica semplice spero sia intuitivo: avvitate il tappo con sopra montata l’elica alla bottiglia.)

Una volta installata l’elica, potreste dare un bel giro di nastro isolante intorno al tappo (in un caso è blu, nell’altro è verde), che rende tutto esteticamente migliore.

Torniamo alle ali.
Prendete il cartoncino o il legno o qualunque materiale vogliate utilizzare. Eseguite due tagli precisi ai fianchi della carlinga all’altezza desiderata (devono essere equidistanti dal bordo del foro della cabina!), trapassate la bottiglia da parte a parte con le vostre ali. Un’alternativa è semplicemente fissare le ali sotto lo scafo, senza trapassare la bottiglia. Dovete poi però trovare il modo di fissare il seggiolino.

ali

Ritagliatene le estremità in modo che non siano troppo squadrate.

Il seggiolino non è che un altro pezzo di cartoncino piegato all’uopo e rivestito (nel mio caso) con del poliuretano (si trova spesso negli imballi di apparecchiature elettroniche, ma è comunque merce rara: io l’ho finito usandolo per gli aerei e d’ora in poi dovrò inventarmi qualcosa d’altro); se non l’avete, come è probabile, dovrete appunto inventarvi qualcosa d’altro (un pezzo di spugna?).

Piegatelo come vi pare meglio a simulare un seggiolino e incollatelo sopra le ali.

IMGP0170

Potete migliorare la cabina e nasconderne le imperfezioni usando due “quarti” di un’ovetto sorpresa come vedete qui sopra. Se non l’avete, inventatevi qualcosa del genere (bottoni? Tappi di plastica tagliati a metà? Rovistate per bene nei cassetti, forza)

La coda: qui sopra la vedete realizzata inserendo del cartoncino (lo stesso usato per le ali) al fondo della bottiglia. Non è semplice. Più agevole e bella la soluzione che prevede l’utilizzo di un tappo di sughero a cui attaccare i tre elementi, come vedete qui sotto:

IMGP0193

I carrelli: con due clips grandi e due dischetti di sughero (o due dischetti di quel che vi pare, io avevo solo quello) si realizzano facilmente (più o meno: è molto difficile tagliare il sughero in modo che resti regolare). Piegate le clips come si deve (cioé apritele a 90° circa, sollevando la linguetta interna), ora piegate verso l’esterno l’estremità della linguetta che avete appena piegato di 90° e piantateci il dischetto; incollate tutto sotto le ali, così:

Per le decorazioni sbizzarritevi. Io negli esempi proposti mi sono limitato all’uso di un po’ di nastro isolante di vari colori (rosso e blu in un caso, verde e blu nell’altro). L’aereo con elica ad elastico – forse l’avete notato – , ha anche la cloche, realizzata con una puntina da disegno (di quelle con la capocchia grande, che si usano per fissare i fogli sui pannelli a muro).

Date un’occhiata al tutto e piazzate un po’ di colla dove vi pare ce ne sia bisogno. Ricordo che se non avete colla a caldo a disposizione, usatene una vinilica. Potrebbe essercene bisogno per fissare meglio le ali (o l’ancoraggio degli elastici alle ali).

Enjoy.

Ah: compiti per casa. Se avete realizzato l’elica ad elastico, potreste provare ad applicarne il principio per realizzare qualcosa che ne sfrutti la propulsione nell’acqua. La forma della bottiglia non vi ricorda forse quella di un sommergibile?

giocattoli con materiale riciclato, creatività, riciclo, costruire giocattoli in casa, giocattolo fai da te, giocattoli gratis, costruire giocattoli, giochi fai da te, giocattoli costo zero, giochi costo zero, giochi gratis, divertirsi in casa, idee per riciclare, idee riciclo, riciclo creativo, gratis, giocattoli veri fai da te, giocattoli in casa, fabbricare giocattoli, fare giocattoli, creare giocattoli

 

2 thoughts on “[GIOCATTOLO] La vostra prima flotta di aeroplani da bottiglia

  1. Pingback: Sommergibile ad elastico (e tutte le meraviglie che puoi creare quando hai un’elica) | Papà mi fai un castello

  2. Pingback: Laboratorio alla Casa del Quartiere di San Salvario: costruiamo formidabili velivoli! | Papà mi fai un castello?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...