{GIOCATTOLO} Arriva il circo! #1 (Scatola e spalti).

Sto costruendo un fantastico circo in scatola.
Ogni settimana m’illudo di venirne a capo, ma la vita continua a distrarmi con le sue pretese insensate.

Non so quando lo finirò, se lo finirò. Quindi ho deciso di postarlo a puntate. Anche io lo sto costruendo a puntate, del resto. Son tornato sui miei passi più volte, e più volte trovo elementi nuovi in giro che mi costringono a cambiare i piani.

Tutto è cominciato dal ritrovamento di questa bellissima scatola (misure: circa 20 cm altezza, 25 profondità, 32 larghezza):

IMGP9271

Si tratta di una scatola da vini: ho la fortuna di abitare sopra un bar che offre bottiglie di qualità e ne abbandona le confezioni nel cortile. Pensavo di realizzare un blocco cucina (fornelli sopra, forno sotto, utilizzando lo sportello esistente).  Però ero anche affascinato dal Circo Calder, e volevo realizzare per mia figlia (con cui spesso giochiamo al circo) qualcosa di ispirato al suo genio.

L’idea era di orientare la scatola come nella seconda figura.

All’interno della scatola si possono sistemare gli spalti per gli spettatori, e utilizzare il coperchio aperto come palco (o pista), aggiungendo in fondo una “quinta“, o comunque un punto d’ingresso per gli artisti. Da qui alla scatola pensavo di collegare dei segmenti di spago per simulare  del tendone e/o le funi per funamboli e trapezisti.
Il tutto dovrebbe potersi ripiegare all’interno della scatola, in modo che si chiuda.

Pare più complesso di quel che sembra. Però è complesso. Fino ad ora è il progetto più ambizioso che abbia mai affrontato. Per prima cosa vi consiglio di rivestire l’interno della scatola: così non dovrete farlo dopo, come è capitato a me. IMGP9272Potete colorarla o rivestirla con cartoncini, stoffa, quello che avete. Sbizzarrite voi stessi e i vostri figli.

Poi cominciate a pensare agli spalti

Si tratta dell’unico elemento da inserire all’interno della scatola, il resto riguarderà il coperchio.

Inizialmente pensavo di realizzare una sorta di gradinata di cartone, da fissare in qualche modo al fondo e alle pareti. L’idea era di ripiegare a “fisarmonica” un pezzo di cartoncino e poi usare i fermacampioni per fissarlo. Come misura di riferimento per la grandezza delle sedute ho scelto quella dei pupazzetti che io e mia figlia utilizziamo di solito come spettatori del circo (più o meno delle dimensioni dei pupazzetti dei buffi, o delle principesse Disney che si trovano dal giornalaio e che hanno rappresentato una ferita spalancata nel bilancio settimanale).
Sarei rimasto di questo parere se non avessi poi trovato dei listelli di legno su cui fissare delle strisce di cartone per realizzare delle sedute a mio parere più interessanti. Se non avete listelli simili, state sulla gradinata di cartoncino, trovando però un modo per renderla più stabile (cioè inventandovi dei sostegni da fissare sul retro, se no casca o si affloscia).

IMGP9121IMGP9123IMGP9120

Come si nota, non ho fatto altro che attaccare strisce di cartone tagliate a misura sui listelli di legno precedentemente dipinti con colori acrilici. Per il fissaggio ho usato una sparanti rimediata per due soldi ad un noto Discount, ma va benissimo la colla da legno/carta con l’aggiunta di qualche puntina da disegno (anzi, direi che esteticamente è decisamente meglio).

Prima di posizionare gli spalti nella scatola ho realizzato due sostegni da piazzare dietro, per renderli più stabili, anche se l’incastro è a misura. Ricordiamoci che dovremo poi riempirli di spettatori.

Quando avete finito con gli spalti, prendete in considerazione la parte interna del coperchio: è la pista su cui si esibiranno gli artisti. Dovrete quindi colorarla, e ampliarla, collegando ad essa un pezzo di cartone in modo che si possa ripiegare all’interno. Naturalmente questo pezzo di cartone non può avere una superficie maggiore del coperchio; deve anzi essere leggermente più corto, e per nulla spesso. Quando aggiungerete le “quinte”), poi, tenete presente che avrete tre elementi che si debbono ripiegare su loro stessi, senza creare troppo spessore perché altrimenti non si chiuderà un bel niente.

Ne parleremo meglio nella prossima puntata, in attesa della quale potete cominciare a fare quello che io non ho ancora fatto: pensare a come ornare l’esterno della scatola. A me piacerebbe fissare sulla cima qualcosa che ricordi la punta del tendone del circo, ma per ora non ho la più pallida idea di come fare.
Magari voi sì.

 (se non avete una scatola come quella che ho trovato io, non scoraggiatevi. Prendetene una qualunque e collegateci un coperchio. Se tutto fosse di legno sarebbe la fine del mondo).

 

One thought on “{GIOCATTOLO} Arriva il circo! #1 (Scatola e spalti).

  1. Pingback: Arriva il Circo! #2 (Tutto il resto). | Papà mi fai un castello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...